Note di rilascio di GNOME 2.32

1. Introduzione

GNOME 2.32 è l'ultima versione dello GNOME Desktop: un ambiente grafico molto diffuso e multi-piattaforma. L'obiettivo di GNOME è essere di facile utilizzo, stabile e avere un eccezionale supporto per accessibilità e internazionalizzazione. GNOME è composto da software libero e open source e offre tutti i tipici strumenti che ci si aspetta da un moderno ambiente informatico, come client email, groupware, navigazione del web, gestione dei file, multimedia e ovviamente giochi. Inoltre, GNOME offre una piattaforma flessibile ed efficace per gli sviluppatori di software, per applicazioni dedicate a sistemi desktop e mobili.

Figura 1GNOME 2.32

Lo GNOME Desktop viene rilasciato ogni sei mesi con molte novità, miglioramenti, correzioni di bug e traduzioni; anche la versione 2.32 di GNOME non è da meno. Per maggiori informazioni su GNOME e le peculiarità che lo distinguono dagli altri ambienti grafici (come usabilità, accessibilità, internazionalizzazione e libertà), consultare la pagina About GNOME sul sito web.

Unisciti a noi oggi stesso! Anche tu puoi fare la differenza.

GNOME 2.32 comprende tutti gli aggiornamenti già presenti in GNOME 2.30 e nelle versioni precedenti. Per maggiori informazioni sui cambiamenti apportati in GNOME 2.30, consultare le note di rilascio relative.

2. Novità per gli utenti

L'attenzione del progetto GNOME agli utenti e alla semplicità d'uso continua anche in GNOME 2.32: moltissimi sono i problemi che sono stati corretti e molte sono state inoltre le proposte di miglioramenti degli utenti che sono state accolte. È impossibile riassumere in breve la totalità dei miglioramenti apportati, ma nelle presenti note di rilascio cercheremo di evidenziare alcune delle caratteristiche presenti in questa nuova versione di GNOME che potranno risultare più interessanti per gli utenti.

GNOME 2.32 è l'ultimo rilascio major pianificato per le serie 2.x di GNOME. D'ora in poi sono previste solo dei rilasci di manutenzione per GNOME 2.x e già in questa 2.32 le novità presente sono limitate ad alcune applicazioni, poiché gli sviluppatori stanno concentrando i loro sforzi sul prossimo GNOME 3.0, previsto per aprile 2011.

2.1. Organizzate i contatti

GNOME's instant messaging and communication application, Empathy, built on the Telepathy communications framework, has gained a number of new and important features to help users communicate and manage their contacts.

Empathy consente di raggruppare insieme le informazioni su un contatto, usando un metacontatto. Se uno dei propri conoscenti usa diversi servizi di messaggistica istantanea è ora possibile collegare insieme i diversi servizi, in modo da avere visibile solo un singolo contatto. È anche possibile trovare facilmente i propri contatti grazie all'aggiunta di una ricerca contatti "live": basta digitare nell'elenco conoscenti per trovare chi si cerca.

Sono state aggiunte delle opzioni per disabilitare la registrazione delle conversazioni, così come per aprire automaticamente le nuove conversazioni in ingresso. Altri aggiornamenti riguardano la possibilità di configurare gli account IRC usando l'assistente di primo avvio, o anche la capacità di accettare o declinare eventi in arrivo usando i pulsanti nelle notifiche. È possibile visualizzare informazioni tecniche sulle chiamate in corso nel riquadro dettagli del dialogo audio/video, così come riaprire una scheda chiusa nella finestra di conversazione usando la funzione annulla.

2.2. Migliorato supporto ai PDF

The Evince document viewer has improved accessibility support through the use of the AtkText interface, which allows Orca, the GNOME screen reader, to read documents in Evince. The maximum zoom level has also been increased when viewing a document.

Risulta migliorato anche il supporto alle annotazioni: è ora possibile direttamente nel riquadro laterale aggiungere annotazioni e cambiarne le proprietà, come autore, colore, trasparenza e molto altro.

SyncTeX support has been added to Evince. SyncTeX is a method that enables synchronization between a TeX source file and the resulting PDF (or DVI) output. SyncTeX support is available in Evince and as a new plug-in for gedit. Backward Search, from Evince to gedit, and Forward Search, from gedit to Evince, are both supported.

2.3. Visualizzare molti più file

GNOME 2.32 includes updates to Nautilus, the GNOME File Manager. Nautilus has added a dialog to help you handle conflicts when performing copy or move operations. When cutting files to paste them in another directory, Nautilus will now display the cut files with transparent icons.

La gestione dei file cancellati e spostati nel cestino è stata migliorata. Quando si visualizza il contenuto del cestino è presente un nuovo pulsante nella barra di informazioni che consente di ripristinare i file selezionati. Nel cestino sono inoltre indicate la posizione originale del file cancellato e la data in cui è stato cancellato.

2.4. Ma non è tutto...

Oltre ai grandi cambiamenti, come per ogni rilascio di GNOME, ci sono molte piccole aggiunte e correzioni.

  • Eye of GNOME, the GNOME image viewer, allows you to select a manual background color to enhance image contrast.
  • Totem, the GNOME movie player, now automatically deinterlaces a movie or stream that was recorded interlaced, improving the image quality. Totem has improved playlist support and will appear faster and more responsive when loading playlists.
  • GNOME System Tools now allows users to change the owner of the file if they are moving it into their home directory and it's already present.

3. Novità per l'accessibilità

GNOME esprime un profondo interesse nel rendere il software accessibile a chiunque, inclusi gli utenti e gli sviluppatori con disabilità tali da rendere difficile l'uso di un computer. Per poter venire incontro a tali esigenze, è stato creato il GNOME Accessibility Project ed è stato definito un framework standard per l'accessibilità condiviso tra gli ambienti grafici liberi.

GNOME 2.32 porta avanti ciò che è stato ottenuto nel passato per l'accessibilità con molti nuovi miglioramenti.

3.1. Mousetweaks

Mousetweaks makes it easier to use a mouse for those users who may have limited mobility. Using Mousetweaks you can use the left mouse button to do both left and right mouse clicks. For example, you open a menu by pressing and holding the left mouse button. Mousetweaks also helps make it easier to left click, double click, drag and right click for users who cannot manipulate buttons well.

La documentazione di Mousetweaks è stata aggiornata, includendo sia un rinnovato manuale che le pagine man, In questo modo gli utenti potranno consultare tutte le opzioni disponibili e verificare quello che dovrebbe essere il comportamento corretto.

For developers, Mousetweaks no longer depends on the AT-SPI framework or dbus-glib and the daemon and dwell click have been migrated to GDBus. Mousetweaks no longer uses the gconf keys and can now be compiled with -DGSEAL_ENABLED which requires GTK 2.18 or higher.

4. Novità per gli sviluppatori

The following changes are important for developers using the GNOME 2.32 developer platform. If you're not interested in changes for developers, you can skip forward to Sezione 5 - Internazionalizzazione.

Come per lo GNOME Desktop, GNOME 2.32 è l'ultimo rilascio della GNOME Developer Platform, un insieme di librerie API e ABI stabili disponibili sotto licenza GNU LGPL, che possono essere usate per lo sviluppo di applicazioni multi-piattaforma.

Eliminare l'uso delle librerie deprecate

Starting with GNOME 3.0, various deprecated parts of GNOME will be removed. These deprecated components include libraries such as libart_lgpl, libbonobo, libbonoboui, libglade, libgnome, libgnomecanvas, libgnomeprint, libgnomeprintui, libgnomeui, and libgnomevfs. For applications that ship as part of the GNOME Desktop, a number of cleanup tasks have been carried out to ensure no deprecated code is used. This will ensure a smooth transition to GNOME 3.0.

Developers are strongly urged to follow this example in their own applications too. Furthermore, for any developers (or potential developers) who wish to help us out, the GNOME goals wiki page lists the various tasks that are yet to be completed. An automatically created and updated status overview of remaining work for modules that are supported by the jhbuild build tool can be found here.

4.1. Glib 2.26

Glib 2.26 includes support for GSettings, the replacement for GConf as well as GDBus. A new date and time API is available in GDateTime. Glib also includes new support for dtrace and systemtap static markers; GObject property bindings, such as libexo; and proxy support for GSocket. Other improvements include new convenience macros to implement boxe and pointer types in G_DEFINE_[BOXED|POINTER]_TYPE and lastly, a new function g_object_notify_by_pspec which is faster than g_object_notify.

4.2. Anjuta

Nuove funzioni sono disponibili in Anjuta, l'efficace suite di sviluppo software e IDE che racchiude in sé un gestore di progetti, un debugger interattivo, un editor di sorgenti, una interfaccia grafica per il controllo di versione e molto altro.

Python e Vala solo adesso completamente supportati in Anjuta, inclusi calltip e completamento automatico ("IntelliSense").

Il debugger di Anjuta supporta ora il pretty-printing. Durante il debug gli oggetti noti, come i GObject o le classi C++, come sono mostrati in un modo facilmente riconoscibile. Come ultima annotazione, le prestazioni del Symbol-Database sono state notevolmente migliorate.

4.3. Vari aggiornamenti per sviluppatori

Other updates in GNOME 2.32's development platform include the addition of libfolks, a library to support Empathy's metacontact functionality. In Devhelp it is now possible to disable specific books. The GTK+ roadmap has been updated and GTK+ 2.22 has added support for the latest accessor functions needed for developers to prepare their applications for GTK+ 3.0.

5. Internazionalizzazione

Thanks to members of the worldwide GNOME Translation Project, GNOME 2.32 offers support for more than 50 languages with at least 80 percent of strings translated, including the user and administration manuals for many languages.

Supported languages:

  • Arabic
  • Assamese
  • Asturian
  • Basque
  • Bengali
  • Bengali (India)
  • Brazilian Portuguese
  • Bulgarian
  • Catalan
  • Chinese (China)
  • Chinese (Hong Kong)
  • Chinese (Taiwan)
  • Czech
  • Danish
  • Dutch
  • English (US, British)
  • Estonian
  • Finnish
  • French
  • Galician
  • German
  • Greek
  • Gujarati
  • Hebrew
  • Hindi
  • Hungarian
  • Indonesian
  • Italian
  • Japanese
  • Kannada
  • Korean
  • Latvian
  • Lithuanian
  • Malayalam
  • Marathi
  • Norwegian Bokmål
  • Oriya
  • Polish
  • Portuguese
  • Punjabi
  • Romanian
  • Russian
  • Serbian
  • Slovenian
  • Spanish
  • Swedish
  • Tamil
  • Telugu
  • Thai
  • Turkish
  • Ukrainian
  • Vietnamese

Molte altre lingue sono supportate in modo incompleto, cioè con più della metà delle stringhe tradotte.

Tradurre un software delle dimensioni di GNOME in una nuova lingua può essere un'attività travolgente, anche per il gruppo di traduzione più assiduo. In questo rilascio una menzione speciale è dedicata al team indonesiano, che ha raggiunto lo stato di supporto completo (passando dal 60% al 91%) e al team per l'Esperanto, che ha incrementato di oltre 10 punti la loro percentuale, giungendo al 23%. Altri team per i quali è d'obbligo una menzione per gli sforzi compiuti in questo rilascio sono quello kazako e uiguro.

Detailed statistics and more information are available on GNOME's translation status site.

6. Installare GNOME

To install or upgrade your machine to GNOME 2.32, we recommend you install official packages from your vendor or distribution. Popular distributions will make GNOME 2.32 available very soon, and some already have development versions with GNOME 2.32 available. You can get a list of distributions that ship GNOME and discover the latest versions they ship on our Get Footware page.

If you are brave and patient, and would like to build GNOME from source, we recommend you use JHBuild, which is designed to build the latest GNOME from Git. You can use JHBuild to build GNOME 2.32.x by using the gnome-2.32 moduleset.

Sebbene sia possibile compilare GNOME direttamente dai pacchetti rilasciati, raccomandiamo caldamente l'uso di JHBuild.

7. Verso GNOME 3.0 e oltre

Lo sviluppo non si ferma con GNOME 2.32. I lavori su GNOME 3.0 sono già cominciati, visto che sarà rilasciato il prossimo aprile, circa sei mesi dopo la 2.32.

GNOME 3.0 continuerà a fornire la piattaforma desktop e le applicazioni che ha sempre incluso e includerà la nuova interfaccia GNOME Shell. In GNOME 3.0 saranno anche presenti nuove funzioni per l'accessibilità, nuova documentazione e aiuti per gli utenti, il primo servizio web di GNOME con Tomboy Online e molto altro. Per gli sviluppatori, GNOME 2.32 rende deprecate diverse vecchie librerie.

GNOME's roadmap details the developers' plans for the next release cycle, the GNOME 3.0 release schedule was released earlier this year and is available on the GNOME wiki.

GNOME3.org will be launching in the near future and will provide videos, screenshots and information about GNOME 3.0's new features, applications and more. Watch GNOME.org for more information soon.

8. Riconoscimenti

Queste note di rilascio sono state scritte da Paul Cutler con l'aiuto della comunità di GNOME. Un grazie particolare a Sean Wilson per la schermata di GNOME 2.32. A nome di tutta la comunità, vogliamo ringraziare gli sviluppatori e tutti coloro che hanno contribuito a rendere possibile questo rilascio di GNOME.

Quest'opera può essere tradotta liberamente in qualsiasi lingua. Se si desidera tradurre questo documento nella propria lingua, contattare lo GNOME Translation Project. Le note di rilascio di GNOME sono rilasciate sotto licenza Creative Commons Sharealike 3.0.